venerdì 13 ottobre 2017

I Vini d’Italia 2018: la guida dell'Espresso promuove a pieni voti il Rosso di Montalcino 2015 Corte dei venti

Con il suo quarto posto, ottenuto nella categoria "100 Vini da bere subito", il Rosso della Corte dei Venti ha ottenuto il migliore piazzamento tra i vini montalcinesi nella Guida ai vini d'Italia 2018 dell'Espresso.
Seguono 2 quinti posti, nelle categorie "100 Vini da comprare" e "100 Vini da conservare" e 10 piazzamenti.
Finalmente ci siamo. Esce oggi in edicola ed in libreria la Guida I Vini d’Italia 2018 de L’Espresso. La novità della nuova edizione è la presenza di ulteriori 100 vini premiati, “I 100 vini da riassaggiare”, cioè vini presentati alla Guida in edizioni precedenti e che ad oggi dimostrano di essere in ottima forma.

Confermate anche le altre tre categorie di premi (tutti vini che raggiungono punteggi superiori ai 91/100):

I 100 vini da bere subito, cioè che sono godibili già da subito, ma lo saranno anche in seguito;
I 100 vini da comprare, cioè i vini che si caratterizzano per l’elevato rapporto qualità/prezzo;
I 100 vini da conservare, cioè vini di grandissima complessità, che richiedono un affinamento nel tempo, per dare il meglio di loro stessi.
La Guida presenta inoltre delle sezioni regionali, in cui sono presenti le classifiche dei vini per le principali denominazioni.

Cominciamo a svelarvi i primi 5 delle 3 Classifiche Top (i 100 Vini da riassaggiare invece sono semplicemente ordinati per annata decrescente e non per il valore intrinseco dei vini)

Vini da Bere Subito

1 Trento Spumante Perlé Bianco Riserva Brut 2007 – Ferrari
2 Cinabro 2013 – Le Caniette
3 Bolgheri Sassicaia 2014 – San Guido
4 Rosso di Montalcino 2015 – Corte dei Venti
5 Pecorino Giulia 2016 – Cataldi Madonna

Vini da Comprare

1 Barolo Vigna Lazzairasco 2013 – Guido Porro
2 Aglianico del Taburno 2013 – Nifo Sarrapochiello
3 Franciacorta Extra Brut Francesco I – Uberti
4 Costa d’Amalfi Furore Rosso 2016 – Cuomo Marisa
5 Brunello di Montalcino 2012 – Col d’Orcia

Vini da Conservare

1 Barolo Cerretta 2013 – Germano Ettore
2 Alto Adige Terlano Rarità 1991 – Produttori Terlano
3 Barbaresco Asili Vecchie Viti 2012 – I Paglieri – Roagna
4 Barolo Monprivato in Castiglione Falletto 2012 – Mascarello Giuseppe e Figlio
5 Brunello di Montalcino 2012 – Fuligni

Potete leggere qui le intere 4 classifiche ...

Nessun commento:

Posta un commento