giovedì 13 settembre 2018

Brunello Donna Elena Riserva 2012 Corte dei venti, 95 punti per DoctrorWine

Faccino DoctorWine  e 95 punti per il vino Brunello di Montalcino Donna Elena Riserva 2012 sulla "Guida Essenziale ai Vini 2019" di Daniele Cernilli, per gli amanti del vino "Doctor Wine".
La presentazione ufficiale della guida e la premiazione dei produttori che hanno ricevuto come riconoscimento il Faccino DoctorWine (da 95/100 in su), i Premi Speciali e le nuove 3 Stelle è prevista per il giorno domenica 14 ottobre 2018 a Milano presso l'Hotel Principe di Savoia dalle ore 10:00 alle 13:30.

Corte dei Venti, un'azienda eccellente. A scriverlo è Gianmarco Nulli Gennari su Vinodabere

Anche se il primo Brunello della Corte dei Venti di Clara Monaci è del 2007 questa azienda ha raggiunto presto lo status di eccellenza, accanto a nomi più celebri e dalla storia molto più antica. Grazie al suo entusiasmo e a una passione davvero contagiosa Clara ha visto crescere la sua creatura anno dopo anno, ottenendo premi e riconoscimenti. Corte dei Venti, coi suoi vini classici, ariosi e sempre più espressivi, oggi è stabilmente un marchio di prima grandezza nell’affollato e competitivo panorama di Montalcino.

Il corpo aziendale, nato nel 2011 da una costola della cantina Piancornello il cui titolare è Claudio Monaci, fratello di Clara, si trova a sud est del Comune

giovedì 23 agosto 2018

Con 93 punti al Brunello 2013 anche quest'anno la Corte dei Venti si conferma tra i migliori di Decanter

2018 Decanter world wine awards

Corte dei Venti 2013
Brunello di Montalcino, Tuscany
has been awarded a Silver medal

93 points

IWC: Gold medal from Brunello di Montalcino Corte dei Venti 2013

Anche quest'anno il Brunello di Montalcino della Corte dei Venti è stato premiato con una medaglia d'oro e 95 punti dai giudici dell'International Wine Challenge 2018 ... che sia di stimolo a migliorare ancora e a lavorare sodo.
Giunta alla sua 34^ edizione IWC, di proprietà di William Reed Business Media, è riconosciuto dagli esperti del settore come uno dei concorsi enologici più esclusivi e meticolosamente attendibile al mondo. I vini vengono rigorosamente valutati alla cieca in base alla loro stile che deve essere fedele alla regione e all'annata. Nel corso dei processi di giudizio, ogni vino viene degustato in tre diverse occasioni da almeno 10 diversi giudici diversi.
Alla fine i migliori vini possono essere premiati con tre tipi di medaglie: d'oro, d'argento e di bronzo.

lunedì 9 aprile 2018

Degustazione Brunello di Montalcino 2013: Tra i più interessanti quello di Clara Monaci per Jacopo Cossater

Se la 2013 è stata un'annata classica, per Jacopo Cossater tra le novità più interessanti presentate quest'anno a Benvenuto Brunello c'è sicuramente il Brunello di Montalcino 2013 Corte dei Venti:
"I vini di Clara Monaci - prosegue il giornalista di Piattoforte, la testata eno-gastranomica di Giunti Editore diretta da Marco Bolasco - colpiscono per una sempre maggiore espressività, così ben calibrati nel raccontare una zona a sud di Montalcino famosa per le sue terre rosse. Il suo Brunello 2013 è poi una delizia in termini di raffinatezza e allungo, impreziosito da un’intrigante nota salina che ne caratterizza il centro dell’assaggio".

Intravino: 91 punti per il Brunello di Montalcino 2012 Riserva Corte dei Venti

Se il 2012 fu considerato un anno a 5 stelle per il Brunello di Montalcino, a 6 anni di distanza Andrea Gori, con la versione Riserva, afferma che si trattò di una previsione corretta.
"I vini si presentano in buona forma, per niente stanchi, segnale evidente che avranno ancora una lunga vita di fronte".
Il Brunello di Montalcino Corte dei Venti 2013 Andrea Gori lo ha premiato con un punteggio di 91 punti, descrivendolo con queste parole "Ciliegia? Prugna?

Brunello di Montalcino 2013 Corte dei Venti: con 93 punti si conferma tra i migliori per Andrea Gori

L'assaggio è avvenuto nel Chiostro di Sant'Agostino, in occasione di Benvenuto Brunello 2018. Per Andrea Gori il 2013 è stata "una vera annata da vigneron per il Brunello di Montalcino, una di quelle dove l’attenzione e la pazienza venivano messe a dura prova da un periodo prolungato di piogge, soprattutto sotto vendemmia. Un’annata un’annata fine, femminile ed elegante con tannini in forma, che hanno avuto il tempo di maturare sulla pianta, senza eccessi alcolici del recente passato."